Puglia Viaggi

Estate 2021: Cosa vedere in Puglia?

lama-monachile-polignano-a-mare

Ai tempi dei bastoni da passeggio e delle gonne a balze, antichi viaggiatori visitavano la Puglia. Lo facevano in tanti modi, per nave o in carrozza, ma nessuno si dimenticava il diario di viaggio.

Era qui che trovavano spazio i cenni storici oppure le vicende più recenti, ma soprattutto le leggende come quella dell’Avurie, il dispettoso folletto che un giorno fece scappare tutto il gregge a un pastore della provincia di Taranto.

Non mancano le citazioni alle divinità, come Leucasia che per rabbia si guadagnò l’immortalità a Santa Maria di Leuca.

E una volta tornati a casa? Lo scrittore Horace Walpole è riuscito a inventare il romanzo gotico ambientandolo nel Salento.

Sono storie d’altri tempi ma che possono rendere ancora felice il lettore moderno.

Meglio sarebbe poter visitare quei luoghi partendo magari da un semplice click su una piattaforma digitale.

Tu preferisci la modernità o la tradizione?

Con MoveU non ti viene chiesto di scegliere, perché il noleggio auto con conducente è una soluzione che combina la richiesta di funzionalità tipica di chi è sempre connesso in rete, con i ritmi più calmi destinati al viaggio.

Sono già disponibili sul sito web i tour della Puglia consigliati, da prenotare comodamente online, con un focus sulle mete insostituibili.

Scoprire in Puglia cosa vedere, assomiglia al racconto popolare pugliese di Serena e dell’artista che portò alla nascita del pizzo a Tombolo. Solo che in questo caso la nostra tela è ancora tutta da filare.

Share on facebook
Share on linkedin

Sommario

Mete turistiche Puglia: sette è il numero perfetto

Il nostro giro turistico emozionale alla scoperta dei luoghi da visitare in Puglia, segue l’ordine geografico che suddivide questa regione in 7 aree d’interesse.

Partiamo dal nord e incontriamo la zona del Gargano con di fronte il Tavoliere delle Puglie e il Subappennino dauno.

Scendendo lungo il tacco dello stivale, siamo accolti dalla Terra di Bari seguita dalla Valle d’Itria, di fronte all’Arco ionico tarantino, e infine dall’area del Salento, che si trova proprio sulla punta. Completano questo primo sguardo, l’arcipelago delle Isole Tremiti, le Cheradi e la piccola isola intitolata a Sant’Andrea.

Se vista con un occhio d’insieme, questa è la regione italiana che si avvicina al 100% di coste dove possiamo fare il bagno e con le migliori spiagge della Puglia di qualità massima. Lo Ionio e l’Adriatico, i due mari che la bagnano, sembrano proprio avvolgerla stretta.

In maniera uniforme sono presenti sul territorio i parchi e le riserve naturalistiche protette come quella di Porto Cesareo nel salentino, dove i gigli di mare escono direttamente dalla sabbia tiepida.

Transfer Aeroporto

NCC da/per l’aeroporto

icona-autista-ncc

Il Gargano con le sue bianche scogliere

Per descrivere il Gargano, questo promontorio ricco di calcare e culla del pino d’Aleppo, dobbiamo pensare ad un immenso teatro all’aperto dal lungo calendario di spettacoli disponibili.

Qui il cuneo, non a caso chiamato lo “sperone d’Italia”, è ricco di caverne e profondità che sembrano spuntare dal mare come doni inattesi. Non è raro per il turista trovarsi tra le mani sabbia finissima, ma anche riposare gli occhi con candide scogliere simili a piccoli fiordi.

In risalita, il mare sembra essersi arreso di fronte alla terra, resa quasi inviolabile dalla ricca vegetazione della Foresta Umbra.

Sul fronte culturale, il centro storico di Lesina e di Rodi Garganico, portano ancora sulle spalle impronte preistoriche e medievali, ma sono a disposizione dei villeggianti molte strutture di accoglienza turista come stazioni balneari e alberghi.

Tra queste non si resta indifferenti alla Baia di Santa Barbara, a Torre Mileto e San Menaio. Peschici, con il famoso porto turistico e il castello medievale, il Vallone di Pulsano, con i suoi vertiginosi strapiombi sul mare, San Giovanni Rotondo quest’ultima amatissima dai devoti di Padre Pio, sono alcuni esempi di perle del Gargano.

Sulle antiche origini di Vieste, non è stata ancora detta l’ultima parola, ma una cosa è certa: qui troviamo la spiaggia di Pizzomunno, la preferita dai surfisti. Tra le baie di sabbia più suggestive di tutta la Puglia, c’è quella delle Zagare con il suo chilometro intero fatto solo di sabbia.

Spiaggia di Pizzomunno
Baia-di-Santa-Barbara-gargano-puglia
Baia di Santa Barbara
Baia-delle-zangare-puglia
Baia delle Zagare
Peschici

Il Tavoliere delle Puglie con Foggia e Lucera

Tra le mete turistiche Puglia, il Tavoliere è un maestoso granaio reso lucente da mille e più colori. Qui tutto sembra vivace e segue le stagioni, con il verde della primavera e le varie tonalità di giallo dei tempi di semina e di raccolta.

Se una poesia potesse raccontare la sua storia, sarebbe sicuramente la più ermetica perché riuscirebbe in poche parole a racchiudere l’emozione di trovarsi a tu per tu con Madre Natura.

L’interesse culturale per la zona, vede Foggia e Lucera come protagoniste di una storia millenaria ma ancora molto affascinante. A Foggia sono da vedere il Palazzo Imperiale voluto da Federico II di Svevia e quelli barocchi De Rosa e Dogana. Gli amanti degli antichi manieri non saranno delusi dal castello di Torremaggiore, dove secondo la tradizione l’imperatore Federico II disse addio alla vita, ma soprattutto da quello di Lucera costruito proprio dal monarca svevo.

Palazzo Imperiale
Castello-di-Torremaggiore-foggia
Castello di Torremaggiore

Massima sicurezza

Auto sanificate ogni giorno

auto-ncc-moveu-sanificate

Il Subappennino dauno con il lago di Occhito

La forte presenza umana, rappresentata oggi dal passaggio autostradale Napoli-Bari, rende molto comodo il percorso in auto destinato a cosa vedere in Puglia d’estate. Le testimonianze naturalistiche sembrano narrare ancora le storie di tanti pastori nomadi. Sui monti Dauni gli appassionati praticano escursionismo sotto i cieli frequentati dal nibbio.

Tra i centri abitati, Accadia è interessante dal punto di vista archeologico mentre a Bovino, Faeto e soprattutto a Troia, ci sono le chiese degne di interesse.

Se ami pescare, in particolare le trote, il lago artificiale di Occhito sul confine con il Molise, rappresenta una bella opportunità.

Accadia
Bovino
lago-artificiale-di-occhito-puglia
Lago di Occhito
città-di-faeto-in-puglia
Faeto

La Terra di Bari con Polignano a Mare

Suddivisa in tre aree distinte, Bari è la seconda città per importanza del sud d’Italia e qui hai davvero tanto da vedere.

La Basilica di San Nicola come importante esempio di architettura d’età romanica e il Museo diocesano, rappresentano solo alcuni di questi centri di interesse. Non puoi perderti la passeggiata sul Lungomare da fare rigorosamente dopo il tramonto.

In diretto collegamento con la strada statale 16, si raggiungono comodamente 8 piccole città che sanno coccolare il turista con ottimo clima, cibo e paesaggi. A Polignano a Mare, famosa anche per l’ottimo gelato artigianale e per il delizioso centro storico, è davvero notevole la Grotta Palazzese, un esempio di grotta marina tra le più belle del mondo.

Ne abbiamo parlato con il tour Ncc Polignano a Mare con l’indice dettagliato dei luoghi che potrai visitare.

A Castellana, sono le grotte la principale attrazione turistica: qui c’è il complesso archeologico più famoso della nazione, con la suggestiva Grotta Nera e quella dedicata alla civetta.

Tra le spiagge più belle che trovi c’è il Lido delle Rose alle porte di Barletta. A Monopoli non puoi saltare il Lido Tamerici ricco di stabilimenti balneari. Qui, grazie all’effetto degli alberi di Tamarindo, ti sembrerà di essere finito dentro una meravigliosa oasi.

basilica-san-nicola-bari
Basilica di San Nicola - Bari
abbazia-san-vito-polignano-min
Abbazia di San Vito - Polignano
grotte-di-castellana-puglia
Grotte di Castellana
Lido-Tamerici-monopoli-puglia
Lido Tamerici - Monopoli

La Valle d’Itria con Alberobello e Ostuni

Se per te non esiste vacanza senza pace e serenità, il tour in auto con conducente della Valle d’Itria farai davvero fatica a dimenticarlo. Siamo tra le province di Bari, Brindisi e Taranto fra Locorotondo e Martina Franca.

Qui il visitatore accoglie aria di pace a pieni polmoni e cammina immerso nel bianco, che è il colore prevalente di tutta la zona. I Trulli sono le costruzioni più famose ma non le trovi solo ad Alberobello perché si estendono in un originale percorso di belle cittadine come Noci e Putignano.

Il servizio di noleggio auto con conducente Alberobello lo trovi da prenotare direttamente sul sito assieme ai consigli di MoveU per le tappe irrinunciabili. Il viaggio prosegue con alcuni borghi deliziosi, come quello di Cisternino, dove puoi gioire anche della cucina locale con alcune specialità, come le famose bombette di carne.

Questo percorso nel bianco, che si adatta anche ai turisti più riflessivi e meditativi, ha in Ostuni la sua espressione massima. L’Ncc Ostuni è già online con una pagina dedicata sul portale dove sono elencate le cinque cose più importanti da vedere.

Come direbbe Mary Poppins, qui è tutto praticamente perfetto. Del resto, a chi non piacerebbe essere sotto un cielo che dietro alle punte dei Trulli diventa improvvisamente rosa?

trulli-alberobello-di-sera
Alberobello
cisternino-valle-d-itria-puglia
Cisternino
porta-azzurra-di-ostuni
Ostuni
castello-di-brindisi
Brindisi

L’Arco Ionico tarantino con Taranto e Torre Colimena

Arrivare in macchina con il tuo autista privato a Taranto, significa scoprire i tesori di una città che non ha dimenticato le sue antiche origini: qui un tempo era il regno di teatri, templi e immense terme.

Le leggende non si contano così come i tesori conservati gelosamente nel Museo archeologico nazionale. La visita al castello aragonese con il celebre ponte levatoio, ci porta a proseguite il nostro viaggio verso Martina Franca, Massafra e Castellana.

Quest’ultima, con l’inconfondibile gravina, ha una vista aerea così particolare da farti trattenere il fiato. Qui il paesaggio è brullo e incontaminato, tanto che tra quelle pareti rocciose fanno i loro nidi i falchi.

La città di Laterza, con quell’impressionante burrone che ricorda i canyon d’oltreoceano, ha un castello del 1300.

Se ami le giornate sotto l’ombrellone, puoi scegliere una spiaggia ad ovest di Taranto mentre se ti piacciono gli scogli non molto ripidi, puoi fermarti sulla costa orientale.

Non potrai non notare la limpidezza del mare perché riuscirai a vedere il fondo ad una profondità di ben 10 metri, una speciale particolarità di questa zona.

Spiagge come la Salina di Torre Colimena a Manduria, di Campomarino e di San Pietro in Bevagna, entreranno nei cuori di tutta la famiglia regalandoti ore di allegria e divertimento anche su spiaggia libera.

La sabbia è chiarissima e il mare sempre azzurro, ma non mancano le strutture di accoglienza per i turisti.

castello-aragonese-taranto
Castello Aragonese - Taranto
san-pietro-in-bevagna-puglia
San Pietro in Bevagna
martina-franca-puglia
Martina Franca
Salina di Torre Colimena

Il Salento con le sue spiagge sul tacco dell’Italia

Quando si parla di spiagge più belle Puglia si pensa subito al Salento. A Melendugno si trova la spiaggia di Torre dell’Orso con la caratteristica forma a semiluna sospesa tra due promontori.

Qui i reperti dei faraglioni dal suggestivo nome di Due Sorelle, ricordano al viandante quanto è forte la fede dei naviganti. Alla Baia dei Turchi, poco prima di Otranto venendo da nord, le sabbie sono preziose e sembrano seguire il mare color cristallo a passo di danza.

Quando arrivi in macchina, puoi fermarti nei pressi della spiaggia di Alimini e poi incamminarti a piedi. Se ami il profumo del mirto e la macchia mediterranea, ti sentirai a casa sulla spiaggia di Porto Badisco. L’accesso è consentito da una strada dritta e dista circa 10 km da Taranto.

Se poi ami i paesaggi nordici e soprattutto i fiordi, li troverai alla Cala dell’Acquaviva presso Marina di Marittima. Ma il Salento è anche terra di arte e tradizione, pensiamo a Lecce dove tutto intorno a noi ci ricorda il periodo barocco e appare brillante.

Vuoi tuffarti in mare ogni giorno da un luogo nuovo? Nel Salento potrai farlo perché si trova tra lo Ionio e l’Adriatico.

torre-dell-orso-salento-puglia
Torre dell'Orso
i-faraglioni-delle-due-sorelle-puglia
I faraglioni delle Due Sorelle
spaggia-di-alimini-otranto-puglia
Spiaggia di Alimini
piazza-sant-oronzo-lecce
Lecce

Le Tremiti e le altre isole

Con l’eco del ricordo di miti antichi come quello del dio Diomede, quando arrivi sulle Tremiti trovi uno spettacolo di grotte davvero incantevole. Nonostante i fondali si mostrino a volte sabbiosi e a volte ricchi di ciottoli, l’acqua resta limpida.

Da San Nicola a San Damiano, senza saltare l’Isola di Capraia così ricca di antri e caverne, è tutto un crescendo di giochi d’acqua e di colori.

Infine, ci sono le Cheradi e l’isola di Sant’Andrea, quest’ultima dista dalla costa per appena 2 km. Qualcuno la ricorda come Isola di Gallipoli, per il bianco faro ottocentesco ma soprattutto per il fondale pieno di coralli.

Sono proprio queste ricche superfici marine a rendere le isole pugliesi particolarmente scelte dai subacquei. Tra le Tremiti, l’isola di San Domino è la più bella con le sue distese di verde piene di pini d’Aleppo. Non a caso, i monaci la chiamavano Orto del Paradiso.

Isola di San Domino - Tremiti
isola-di-sant-andrea-salento-puglia
Isola di Sant'Andrea

Prenota dall' App

Per IOS e Android

icona-smartphone-con-logo-moveu

Conclusione

Siamo arrivati alla fine del nostro piccolo tour alla scoperta della Puglia. Abbiamo parlato di tanti luoghi per l’estate in Puglia e in particolare delle migliori spiagge Puglia.

Ti sei innamorato anche tu di questa incredibile regione?

All’inizio del nostro viaggio, abbiamo accennato ad una tra le tante leggende di questi luoghi. È una storia che parla di arte e merletti, ma soprattutto di mare e cultura.

Del resto, è proprio questo che fanno gli Ncc di MoveU: trasformano la strada da percorrere in una tela da tessere. Ma sarai tu a costruire il ricamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *